Lavorare in Borsa con tranquillità da qualsiasi parte del mondo
 
Trading Italia
14 | 12 | 2018
Quando si romperanno le uova di Pasqua? Stampa
Scritto da Marco Martinelli   
Sabato 31 Gennaio 2009 05:26

Buon giorno, colgo  l’occasione per i migliori Auguri ai lettori di questo sito.
Analizziamo i mercati e confrontiamoli.
Dobbiamo riconoscere che  confrontando il Dax  al nostro mercato Spmib è come confrontare una Ferrari con una 500,  a che cosa sarai mai dovuto questo fatto, poiché solo anni fa era il contrario esatto?
Come mai gli investitori anno swicciato i soldi da un mercato all’altro?
Unica cosa cambiata che tutti ne sono a conoscenza è il governo Italiano, forse non piacerà agli investitori, ma  questo non ci aiuta in ogni caso nell’analisi tecnica di decisione dei mercati, quindi come sempre prenderemo in esame solamente i freddi grafici.
Partendo da un periodo lungo credo che è probabile un ritorno del Dax in area 5250 circa entro il 2008, come mai direte voi non metto una data precisa?
La risposta è semplice semplice, e stà nelle regole ferree da usare e cioè che nell’analisi ciclica sappiamo avere un possibile scarto stimato dal 10 al 15% sul tempo, quindi chiaro è che lavorando più anni i mesi saltano come ridere, ma scendendo con i cicli ecco che il tutto si riduce ad un mese circa, e questo gioca molto a nostro vantaggio, il poter dire con certezza è o così o Pomi.
Bene, premessi i fondamentali, credo sia ora di guardare agli obiettivi Max raggiungibili e per questa prima ondata rialzista penso che i livelli attuali del  Dax ad esempio possano trovare pace intorno all’area 7154. 7200 circa.
Ora penso che già oggi possa esserci un piccolo arretramento, che in ogni modo troverà poi un ripresa subito nel pomeriggio o dopo le Feste, ma che segnerà il passo in dirittura di un minimo a metà Aprile circa.
Per ora credo di avervi dato livelli temporali abbastanza chiari, quindi ripeto gli auguri Pasquali augurandovi come sempre buon trading.

  

Mercoledì 4 Aprile ore 6

Chiaramente qui si scrive quando si ha tempo, son passati veramente tanti giorni dall'ultimo intervento, e quindi mi ero dimenticato di cercar di dare in modo gratuito qualcosina anche a chi navigando in internet cercasse di rapire qualche informazione, ora non ho ancora il tempo di spiegare poi + di tanto, ma

dovete anche se in notevole differita rispetto al sito, sapere cosa o che ciclo è nato e a questo proposito vi passo un grafico annuale in modo gratuito, penso che questo la dica lunga di quanto sappiamo, di dove quando e perchè e zoomandoci dentro con time freme + piccoli si ha modo di vedere sul nascere i vari cicli sottostanti

21-03-2007 10:15-------------In attesa di un’onda da cavalcare

 

E’ da diverso tempo che i mercati si stan comportando come belve feroci, animali in una situazione di inammaestrabilità che cercano di liberarsi da qualsiasi forma di cattività. In ciò, la paura degli investitori sta proprio ne fatto di non sapere da quale parte fuggiranno non appena si libereranno dalle catene che li imprigionano… e sapete quale stato d’animo ci rende scoperti alle perdite? Paura ed indecisione: due termini che visti così hanno un mero significato ma che, se analizzati più a fondo, ci mostrano quanto difficile sia un trading in queste situazioni.
Era logico che i manovratori cercassero di destabilizzare l’andamento psicologico dei listini con un susseguirsi di rialzi e di ribassi atti a disorientare tutti i più piccoli investitori e noi… avevamo avvertiti riguardo questo rischio. Già da tempo vi avevamo avvertiti, infatti, sulle sorti di questo mercato: primo minimo a metà marzo e secondo a metà aprile con una fase di consolidamento intermedia che avrebbe sfiduciato persino i più temerari tra i rialzisti e tra i ribassisti… vi è sembrata giusta l’analisi?
Poi abbiam dato ulteriori livelli temporali rialzisti che corrispondono ai giorni venerdì 23 marzo e lunedì 02 aprile da cui dovrebbe partire il ribasso che porterà al minimo suddetto di metà aprile. Questo secondo fattore sarà avvalorato solo dal tempo e vedremo se anche questa volta il signor Tempo “ci darà ragione”.
Ora non ci resta che aspettare che i nostri livelli temporali si avverino per iniziare a cavalcare quella che a nostro avviso sarà un’onda memorabile.

 
Area Riservata