Lavorare in Borsa con tranquillità da qualsiasi parte del mondo
 
Trading Italia
14 | 12 | 2018
Portafoglio tipo per il 2012. Stampa
Scritto da Marco Martinelli   
Martedì 24 Febbraio 2009 06:13

Buongiorno, per capire al meglio come difendersi dalla crisi, per evitare che non lasci segni pesanti sul nostro portafoglio, bisognerà senz’altro documentarsi facendo un salto all’indietro nella storia per capire quello che si è verificato in passato.

Premetto che ora non credo che succeda proprio un bel nulla, e che da qua ci risollevi, ma la storia insegna che, i governi come arma, hanno adottato queste tecniche:

La prima è decimare la valuta, nel passato storico hanno stampato una moneta senza aver il controvalore in oro, questa realtà è quella che potrebbe riguardarci adesso, in questo caso nascerebbe una nuova moneta, dandogli un valore 100 o 1000 volte superiore, purtroppo questo andrebbe a decimare i conti correnti del popolo, per fare un esempio chi aveva  euro 10.000, dal giorno dopo se ne troverebbe  solamente 1.000 in una moneta probabilmente nuova.

Cerchiamo di  vedere o ipotizzare cos’è garantito dalla banca o stato che sia, non credo sia veritiero che i conti correnti che dovrebbero essere garantiti fino a euro 100.000 lo siano davvero, mi atterrei maggiormente alla legge antecedente di garanzia a euro 20.000, che comunque in caso di fallimento bancario, il garantito vero, si riduce in una forchetta che varia dallo 0,4% al 0,8% della somma, praticamente si perde tutto.

Obbligazioni fondi o qualsiasi altro strumento, non sono assolutamente garantiti, essendo in fin dei conti un qualcosa di nominale.

Vero è che in Italia rispetto ad altre nazioni siamo quelli un po’ messi meglio e stiamo parlando di uno stato con un debito enorme, quindi questo ci dice che portare soldi all’estero non conviene meno che mai, oltre al fatto che, si correrebbe il rischio ulteriore del cambio.

L’Inghilterra non essendo entrata nell’area Euro, si è tirata la zappa sui piedi, e finanziariamente la stanno massacrando è come per un commerciante fare la guerra ad un ipermercato è solo questione di tempo poi è destinato a chiudere le serrande, e da quando gli stati si unirono creando e dando vita all’Euro, la sterlina ha iniziato il suo  declino.

Ora secondo me, se io fossi al governo, analizzando il popolo Italiano, di certo noterei che fino a 10 anni fa erano tutti o almeno la  maggioranza benestanti, la classe media diciamo che era una bella percentuale della popolazione, adesso la nuova fotografia è questa:

- Stato indebitatissimo, una piccola percentuale di persone ricche, che possiedono più che altro degli immobili e non liquidità, ad esempio il gruppo Fiat è una famiglia ricca, ma ha molti soldi liquidi o tante proprietà, questa è la domanda, io credo che di liquidità non ne abbia, in percentuale all’intero capitale in possesso, c’è poi  una maggioranza di italiani indebitati per almeno 20 anni con mutui prima casa o altro e una piccola ma ancora resistente classe media la quale non ha debiti ma soldi in banca.

Alla luce di questa analisi  la magia per far stare bene tutti sarebbe questa e solo questa:

- lo Stato a mio avviso per aver la maggioranza di persone d’accordo, dovrebbe espropriare le banche appropriandosene, che siano piene di soldi o debiti, fatto questo si fa la legge, con questa manovra si annullerebbero i debiti e i crediti per poter ripartite tutti quanti da zero.

Ora analizzando le cose, lo Stato si toglierebbe il debito pubblico, i ricchi lo rimarranno per sempre, abbiamo detto che di liquidi ne hanno pochi, ma più che altro possiedono terreni, ville, edifici, fabbriche e magari sono indebitati, quindi questa classe ci guadagnerebbe, poi gli italiani di cui  la maggioranza è indebitata con il  mutuo ne guadagnerebbe, rimarrebbero solo quei 5/6 ancora del ceto medio … non si riuscirà mai a far stare bene tutti  e comunque rimarrebbero sempre ceto medio.

Quindi con una semplice legge scritta in un libro, si potrebbe risanare l’economia, come con un colpo di bacchetta magica.

Dopo queste valutazioni il portafoglio tipo per cercare di passare la crisi qualsiasi cosa accada “ sapendo che, in caso di chiusura delle banche ci troveremmo tutti con i bancomat che non vanno o carte di credito che non servono a niente e per mangiare o fare la spesa al supermercato la moneta diventerebbe il bastone, come è accaduto in Argentina e compagnia bella ” dovrebbe essere strutturato in questo modo:Esempio euro 100.000, chiaramente  tutto in percentuale a seconda di ognuno di noi.
  1. Euro 20.000 da dividere in 2 conti presso istituti diversi, ( 2 da 10 )
  2. Euro 10.000 in monete d’oro
  3. Euro 10.000 in cassetta sicurezza
  4. Restante euro 60.000 da spendere così ( investimento dal valore doppio, quindi terreno, garage, appartamento ecc. di cui euro 60.000 tuoi e 60.000 in mutuo  superiore ai 10 anni, tasso preferirei il fisso )
  5. E scherzosamente riempire la dispensa …
 
Area Riservata