Lavorare in Borsa con tranquillità da qualsiasi parte del mondo
 
Trading Italia
14 | 12 | 2018
21/01/09 Inversione alle porte Stampa
Scritto da Marco Martinelli   
Sabato 31 Gennaio 2009 05:41

Niente ! Questa Crisi continua a mietere vittime, e non si vedono segnali di ripresa se non piccoli e timidi rimbalzi. Neanche l’insediamento ufficiale di  Barack Obama ha dato una spinta ai mercati. Il Protagonista di questo bagno di sangue? Le banche . L’unico dato positivo è che Il mercato sta chiudendo vari Gap lasciati aperti in questo periodo, cosi anche da permetterci di impostare una base da cui poi ripartire tranquilli, mercato permettendo, senza voltarci più indietro. Noi della Tradingitalia siamo sempre pronti a prevenire ogni mossa, e contrattaccare. Pensate che questo ribasso lo abbiamo previsto dal 2006, al Corso di Borsa che tengo ogni anno. Come anche nel 2003, sapevamo di essere in un determinato punto del Ciclo GRANDE. Stessa cosa nel 1997. Qui le chiacchiere stanno a zero. I cicli parlano chiaro, come già detto, siamo in un momento importantissimo e molto delicato.  Per ora nessun segnale rialzista, sembra esserci, ma credo che ormai sia imminente la ripresa, quindi attenzione, forse una prova di rialzo, per poi magari cedere versola prima decade di febbraio, per poi magari dar fiato alle trombe. Quindi, per ora vi consiglio di andare avanti come abbiamo detto nel precedente report: ALLA GIORNATA.

Bund, ormai alle strette, forse l’ultimo tentativo di rialzo nei prossimi giorni potrebbe esserci, ma non credo che vada poi incontro ad un momento del tutto felice.

Non ti senti sicuro ad operare sul mercato o hai bisogno d’aiuto.
Offro opportunità di lavorare con me
Visita il sito

http://www.tradingitalia.net/

Auguro a tutti un Buon Trading

 

 

 

16/01/09. Salve a tutti, come previsto le quotazioni degli indici di borsa continuano ad essere di colore rosso, purtroppo non c’è ancora abbastanza fiducia nei mercati, le varie notizie ( vere o truccate che siano ) e i timori di una recessione gia in atto ma che potrebbe anche peggiorare, continuano a dar forza ad un movimento ribassista che ormai dura da più di 1 anno, siamo vicini ai minimi di marzo, che se forati, potrebbero portare ad un ribasso spaventoso…credo che non andremo a toccare i minimi del ’29 grazie all’inflazione, quindi dovremmo  avere minimi sempre crescenti.Per quanto riguarda il cambio Euro/Dollaro aveva rotto una trend ribassista toccando quota 1,47185 e le nostre aspettative per gli inizi del 2009 vedevano l’Euro/Dollaro superare quota 1,50 ma la CRISI ECONOMICA MONDIALE non perdona, tanto che lo ha fatto precipitare in area 1,30.Per ora, di effettuare entrate LONG, non se ne parla. E’ un momento di alta volatilità, ormai purtroppo si lavora solo in base alle notizie macroeconomiche.La cosa più importante adesso è attendere che il mercato reagisca e ci faccia vedere una bella inversione di trend, deve rompere aree importanti per attirare e convincere grossi investitori che la crisi è solo un lontano ricordo…da li in poi, si andrà su per un bel po’, circa un annetto ! ! ! ! Attenzione però…nell’universo tutto ha un suo ciclo...Una celebre frase nei film Horror è: 

“PRIMA O POI RITORNANO”

 

Gann diceva che ad ogni movimento ne corrisponde uno uguale e contrario

 

Quindi ci aspetteremo un altro ribasso per il 2010 circa, li anche il mattone sarà un OTTIMO investimento visto che prevediamo un’ulteriore ribasso dei tassi di interesse.

 

Non dimentichiamoci che stiamo assistendo ad una chiusura ciclica di un 40 anni, sapendo che ogni ciclo può avere una percentuale di errore del 12% questo continuo ribasso era prevedibile, dato che la chiusura al millesimo era prevista per Luglio 2008. Nessuno ci dice che il prossimo ciclo a 40 anni non sia tutto al ribasso…ce ne accorgeremo strada facendo. Per ora si continua a lavorare in borsa alla giornata, senza prendere posizioni Long a lungo termine.

Per ora solo Short, facciamoci pure trasportare da questo canale…qualora in mercato invertisse rotta, sapremo dove girarci…

 Auguro a tutti un Buon Trading

 

23/12/08 Anche le banche piangono

 

La crisi finanziaria inciderà pesantemente negli utili delle banche italiane, le stime previste dopo il 2009 dove si prevede un ulteriore calo del 16%, torneranno ad essere positive nel 2010, sono le previsione diffuse da Afo dell’ABI.

Alla luce di un previsto calo degli investimenti e in un contesto in cui tutti i dati congiunturalia indicano u n peggioramento del quadro economico, si legge nel rapporto, i tassi tendenziali degli impieghi bancari alle imprese non finanziarie continuano a crescere e a mantenersi sopra alla media degli ultimi 10 anni.

Riassunto del giornale “il resto del carlino”

5/10/08                                                                    La parola d’ordine è TRADING.

 

Buon giorno, come al solito cerchiamo con questo report di notizie finanziarie, di rispondere alle domande più importanti, che per chi segue questo affascinante e lucroso mondo ha la necessità di sapere.

Come investire in borsa? Quando sarà il momento più idoneo per operare?  Quando uscire?

Quali Azioni scegliere? Se entro nel mercato è per una posizione a medio, lungo termine o ci si deve accontentare di uno scalping?

Vediamo di rispondere come sempre alle domande, facendo un po’ di chiarezza.

L’andamento della borsa, ormai è evidente a tutti, e uso la parola evidente perché penso che in tanti non si aspettassero un calo degli indici azionari di questa entità, ormai è acqua passata, ma fortunatamente, alla TRADINGITALIA.net, da anni eravamo pronti, l’obiettivo o la data finale sembrava essere proprio quest’anno e più precisamente questa estate.

Ora è inutile vantarsi di non essere stati colti impreparati da tale movimento o dalla crisi finanziaria attuale, ma la cosa che appare più evidente adesso analizzando i grafici è che, in tutta onestà,  in questa delicata fase, non sembrano esserci indicazioni precise, sull’imminente futuro, chiaro che all’interno del sito abbiamo già focalizzato alcune idee molto realistiche, ma per ora non vorrei condizionare chi mi legge nel medio lungo termine.

Il significato di questo titolo odierno è che al momento, e mi trovo in prima persona e per la prima volta a dire che è meglio prediligere operazioni da scalping senza esporsi con tanto capitale e per periodi lunghi.

Questa è certamente la cosa più semplice al momento, in quanto la discesa, se non termina veramente entro i prossimi diciamo trenta giorni, il ribasso potrebbe estendersi ancora per un semestre, disegnando sui grafici di borsa di tutti i listini, o azioni, un evidente segno negativo.

Quindi, aspettare le condizioni affinché il mercato dimostri, rompendo alcuni livelli importanti, la voglia di reagire e superare questa prima crisi, per poi rimandarla senza riuscire più a difendersi fra circa cinque anni.

Dopo aver descritto gli indici azionari, spenderei due parole sulle valute.

Euro dollaro per l’esattezza, che forse è il cambio che a molti di noi interessa maggiormente.

La rivalutazione momentanea del cambio, sembra trovare la fine del suo percorso entro un anno, come periodo indico l’estate 2009, dove poi dovrebbe ritrovare la forza per invertire la rotta, ma francamente i grafici chiamano ad una semplice reazione, che dovrebbe estinguersi abbastanza in fretta, per poi lasciare spazio aperto ad una lunga caduta fino al 2016 circa, anno più anno meno, chiaramente quando si analizzano cicli di oltre trenta anni capite anche voi del perché lo stesso Gann dava una tolleranza di un 10% circa, e quindi, ovviamente non è un anno che fa la differenza in un percorso di tale durata, la cosa certa è che tagliando e dimezzando i tempi mano a mano che ci si avvicina al punto finale si acquisisce una messa a fuoco più precisa.

Riassumendo,  momentaneamente non prenderei posizioni consistenti nel medio lungo periodo fino a quando il mercato non ci mostra un chiaro segnale, ed ecco perché sento di consigliarvi il trading giornaliero, almeno per il momento.

Adesso augurando buoni investimenti a tutti vi rimando al prossimo report di notizie sugli indici di Borsa.

 
Area Riservata