Lavorare in Borsa con tranquillità da qualsiasi parte del mondo
 
Trading Italia
14 | 12 | 2018
16-03-2007 10:02 In arrivo una cornata dei tori! Stampa
Scritto da Marco Martinelli   
Sabato 31 Gennaio 2009 05:25

Vi avevamo avvertiti sulla possibilità di entrare long in un mercato ribassista ma non prima di giovedì e… credo che molti di voi siano riusciti a guadagnarsi un week-end spensierato al mare o in montagna. Leggevo negli scorsi tempi valanghe di articoli che parlavano di inversione sui vari livelli: 41.000 / 40.000 / 39.500… si son praticamente abbassati progressivamente allo scendere dei mercati. Noi invece è già da oltre un mese che parliamo di un primo minimo il 15 marzo circa e di un secondo minimo (quello vero) circa un mese dopo. Qui non si vendono chiacchiere, quelle lasciamo che vengano vendute da altri! Morale della storia è questa: i ribassi non son sempre occasione di acquisti ma lo sono solo ed unicamente quando il tempo è a nostro favore, non prima, non dopo. Intanto i manovratori continuano a portarsi soldi a casa senza che nessuno se ne accorga perché capaci di togliere tanto quanto basta da poter far credere ai noi piccolissimi speculatori di essere in grado di poter recuperare quel che ci siam persi dietro!
Quel che il mercato ora ci prospetta è un primo movimento rialzista della durata di due settimane circa il quale sarà così strutturato: rialzo della durata di una settimana atto a dar nuovamente fiducia a tutti gli ottimisti ( e fidatevi ce ne sono parecchi), intervallato da una leggera correzione d 2/3 giorni e che si concretizzerà entro l’inizio dell’ultima settimana del corrente mese per poi lasciar posto all’ultima zampata ( forse sarebbe meglio dire cornata) dei tori che si spegnerà velocemente nella prima settimana di aprile, per liberare, finalmente, l’ultimo gruppo di Orsi che si faranno sentire con grossa veemenza. Non possiamo aggiornarmi al momento sui livelli di prezzo in quanto è necessario vedere per primo la forza di questi tori che si vedranno scatenare, molto probabilmente, proprio nell’ultimo movimento rialzista di cui vi abbiamo parlato.
In attesa di ulteriori evoluzioni… vi rimandiamo al prossimo report!

9-03-2007 10:30 Attendere conferme…

 

I nostri indicatori di livello temporale è da tempo che ci segnalavano un movimento ribassista che noi abbiam sempre segnalato. In realtà il nostro vero ribasso dovrebbe verificarsi entro la metà del prossimo mese quindi, prendendo in esame l’attuale movimento, ci aspettiamo che questo effettui un falso rialzo atto ad illudere i rialzisti di una ripresa, e a disorientare i ribassisti che tarderanno così a rientrare. Per ora, quel che ci aspettiamo è un movimento “rialzista” per oggi, con una breve parentesi ribassista ed un nuovo massimo entro il 15 marzo; da lì vedremo quanto tempo il mercato impiegherà a prender la sua reale direzione.
Ovvio è che in una tale fase è consigliato un trading veloce, uno scalping insomma, anche in vista delle molteplici chiusure contrattuali in vista!
Da qui il consiglio, per il medio termine meglio aspettare per prendere parte al gioco.
Il Bund fra alti e bassi secondo me è in fase laterale dopo i bei movimenti effettuati prima in un senso poi nell’altro, quindi neanche questo potrebbe in questo momento fornire grosse indicazioni da poter utilizzare per i mercati azionari.
Una regola importante è, quando non si capisce bene ci si astiene dall’operare, e credetemi mai regola fu tanto giusta, e come sempre dico io fa la differenza fra il paradiso e il cimitero.

6-03-2007 15:18 Occhi aperti a mercoledì!

 

Vi avvertiamo sempre sul da farsi e vi assicuro… non è per niente una cosa semplice!
Prendiamo i dati di fatto: i mercati han eseguito un ribasso della durata di una settimana borsistica con veloci flessioni (alcune delle quali al di fuori degli orari di contrattazione, proprio come il manuale richiede) intervallate da periodi di assestamento; ieri si è venuto a verificare un elemento molto importante ovvero la formazione di un doppio minimo che, visto così, potrebbe essere un grande attrattore di capitali che potrebbero concretizzarsi in una forte e veloce inversione. Inoltre i nostri amici “bari” si scuotono da dosso ogni responsabilità su quel che potrebbe, almeno in potenza, accadere laonde per cui potrebbero render felici colori i quali han già acquistato sui precedenti livelli di supporto, nella convinzione di veder recuperare almeno in parte i loro capitali.
Tecnicamente vediamo fausti i giorni compresi tra oggi e giovedì per un’inversione di tendenza che ormai si sente nell’aria dopo il sell-off verificatosi.
Come sempre il nostro consiglio è quello di attendere segnali reali di rialzo prima di buttarsi senza vedere il ribasso del 6/7% come l’unico motivo che sosterrebbe l’occasione d’acquisto!

2-03-2007 10:32Spmib: la punta di un iceberg?

 

Ancora oggi riecheggiano le parole del report di venerdì 23 febbraio “vi consigliamo di attendere se siete rialzisti in quanto darà una parvenza di rialzo nelle prossime ore per poi maturare un forte pull back entro martedì prossimo”… beh, che dire se non che era previsto? Quel che non ci stancheremo mai di dirvi è che la tecnica è importante ma l’aspetto psicologico è essenziale! Perché?
Partendo dal presupposto che i manovratori dei mercati sono sempre i soliti eletti (non più di dieci al mondo) e ribadendo il fatto che la borsa è una grande cesta di capitali dalla quale cesta, per tirar via soldi, bisogna, ovviamente, toglierli a qualcuno, prendendo anche solo per ipotesi ciò… credete che “i manovratori ci regalino soldi? Non si né no! In realtà devono darci la parvenza che ciò accada altrimenti… metteremo i nostri risparmi sotto il mattone e on li daremo a loro!
Ecco perché venerdì scorso avevamo già preventivato che il mercato creasse una bulltrap e guarda caso… in 3 giorni son riusciti ad azzerare i rialzi accumulati in 3 mesi ovvero dall’ 1 dicembre.
E se pensate che alle spalle di questi ultimi 3 mesi c’erano altri 6 mesi di rialzi?... e alle spalle di questi altri 3 anni di costanti rialzi? Capite cosa vogliam dire quando parliamo di mercati affaticati e stanchi? Più loro s’affaticano nel salire più “crollano” sotto il peso della stanchezza!
E’ giusto che vi aggiorniamo sull’incedere dei prossimi giorni prendendo come monito il future italiano.

Il rialzo che nascerà da questo forte pullback sarà altrettanto forte ma… in quanti vi parteciperanno dopo il panico da Orso? Solo chi ha una forte tecnica. Leggerete molti articoli che vi parleranno di grosse occasioni d’acquisto ma… non lasciatevi prendere dall’euforia né dal panico bensì cercate di attendere che il mercato si rilevi anche perchè questo, a nostro avviso, è solo la punta dell’iceberg che dovrebbe iniziare ad emergere dal prossimo minimo previsto attorno al 15 aprile…

27-02-2007 10:43 Grafici: amici degli analisti o nemici degli investitori?

 

Beh, la nostra visione secondo la quale i mercati mondiali si stiano muovendo in direzioni diverse avvalora l’ipotesi di un periodo di assestamento in cui, gli indici che han divorato livelli di giorno in giorno salendo sempre più in alto, vedono ritagliarsi un periodo di stasi, mentre quelli che han visto una lenta ma graduale progressione senza grossi strattoni, macinano qualche altro livello in vista di “metà marzo” che, per tutti o quasi, dovrebbe segnare il massimo di questo primo semestre o quantomeno un massimo rilevante prima del minimo di metà aprile.
In un tale scenario i grafici funzionano un po’ come una sorta di cartina stradale che indica il percorso su cui applicare la strategia migliore. Ovvio è che bisogna saper leggere una cartina stradale oppure sarebbe inutile, se non addirittura deleterio, averla in auto in quanto rischieremmo di disorientarci ulteriormente.
Tecnicamente, sebbene il massimo segnato su alcuni mercati europei, i nostri indicatori temporali ci indicano la possibilità di un pull-back verso i livelli di supporto creatisi tra la giornata di oggi e quella di domani. Se ciò non dovesse verificarsi, cosa alquanto probabile, allora attendiamo conferme rialziste che possano rappresentare una forte possibilità d’acquisto.
Ps: il periodo che intercorre tra quì e la metà del mese di marzo, sarà da monito per quel che accadrà successivamente quindi il nostro consiglio è un’operatività moderata… avremo tempo di divertirci in quanto il nostro consiglio è sempre lo stesso: siam come surfisti e dobbiam aspettare le onde vere, non le bozze!

 
Area Riservata